Home
Vacuum bell

Vacuum bell

Buonasera,

sono un ragazzo di 20 anni affetto da Pectus Excavatum, e la situazione per me è sempre peggiore. Il mio caso non è tra i peggiori, anzi, ma ogni volta che faccio sport diventa un problema. Se corro o sforzo i muscoli pettorali in palestra avverto lo sterno che preme contro i polmoni/cuore e mi reca moltissimo fastidio. Anche dal punto di vista estetico il problema sta peggiorando, e ormai sono convinto nel voler agire in qualche modo. Ho dovuto rinunciare  all’atletica leggera e alla corsa per questo problema, e ora voglio eliminarlo. Mi sono documentato  e ho “scelto” la vacuum bell per risolvere il problema,essendo l’operazione chirurgica troppo invasiva (che potrei considerare in assenza di alternative, ma solo ed esclusivamente in tal caso ), e volevo scrivervi questo messaggio per avere un’opinione da qualcuno di qualificato sulla mia situazione (anche se so di non aver fornito molti dati essenziali quali l’entità della deformazione) e anche solo per parlarvene, dato che non ho ancora parlato con nessuno di questo problema.
Grazie infinite

Gentile Signore,

la “vacuum bell” è una possibilità terapeutica che può dare risultati soddisfacenti nei casi di pectus excavatum lieve, soprattutto in età pediatrica e puberale. Tuttavia, solo l’esecuzione di una serie di accertamenti (RX torace, TAC torace con calcolo dell’indice di Haller, valutazione pneumologica con spirometria, valutazione cardiologica con ECG ed ecocardiogramma), potrà guidare alla scelta della procedura più idonea. Le consiglio pertanto di rivolgersi al Centro di Chirurgia Toracica più vicino al suo domicilio per il corretto iter diagnostico – terapeutico.

Cordiali saluti,

 

Prof. Giampiero Negri

Direttore Unità Operativa di Chirurgia Toracica

Ospedale San Raffaele, Milano