Home
Iperidrosi facciale e ascellare

Iperidrosi facciale e ascellare

Sono un ragazzo di 29 anni e da anni ormai ho problemi di eccessiva sudorazione concentrata su fronte viso e ascelle, a seconda dei periodi anche le mani, indipendentemente dalla stagione, che sia calda o fredda. Ho fatto controlli dall’endocrinologo il quale mi ha confermato che non soffro di tiroide, ho fatto diversi esami del sangue e risulto perfettamente sano. Non prendo quindi medicinali o qualcosa che possa alterarmi la temperatura interna. Questa sudorazione mi sta creando disagio, cerco di combatterlo facendo finta di niente in certe situazioni, quando è possibile, ma a volte è veramente insostenibile, sopratutto nel periodo estivo. Non mi ritengo una persona emotiva o che si fa prendere facilmente dall’ansia, però quando comincio a sentire il sudore colare più che ansia mi crea disagio. Io sono di Cagliari, dove potrei andare per un controllo ed un’eventuale prenotazione dell’intervento? Serve la prescrizione medica? Ho letto che è un intervento mutuabile, quanto è il suo costo?
Io lavoro in piattaforma e i periodi di riposo sono prefissati, con durate di 35 giorni, sono abbastanza come recupero?
Grazie

Saluti

Filippo

Carissimo FIlippo,
l’ipersudorazione è causa di non poche problematiche sociali e relazionali per chi ne è affetto in forma francamente patologica. Per questo comprendo il disagio che affronta e la necessità di trovare un rimedio. Ritengo comunque opportuno fare alcune precisazioni di carattere clinico e terapeutico.
In prima istanza andrà considerata la severità dei sintomi, per cui risultano imprescindibili una accurata visita e accertamenti ad hoc. L’opzione chirurgica di simpaticectomia con tecnica videotoracoscopica mini-invasiva, eseguita con successo nel nostro Centro, andrebbe presa in considerazione come trattamento in ultima battuta. Ovvero quando le opzioni topiche-locali o sistemiche (antitraspiranti topici, iniezioni di BTX-A, anticolinergigci orali o topici) non hanno dato risultati apprezzabili.
L’intervento di sezione dei gangli intratoracici è molto ben tollerato, comporta una degenza post-operatoria media di un giorno, ha eccellenti outcome e limitata incidenza di recidiva a medio-lungo termine.
Ovviamente, come qualsiasi intervento chirurgico comporta dei rischi ed espone a degli effetti collaterali di cui, se vorrà, saremo pienamente disponibili nel renderla edotta qualora decidesse di effettuare una visita chirurgica toracica presso la nostra Unità Operativa.

Cordiali saluti,
Roberto Cherchi

_________________________________

Dr Roberto Cherchi
Direttore F.F. – U.O.C. Chirurgia Toracica
Ospedale Oncologico “A. Businco”
Azienda Ospedaliera Brotzu
Cagliari